Ciclismo .info - Ciclismo su strada Esordienti Elite-Under23 Elite-Under23 Elite-Under23 CICLISMO ELITE-UNDER23
 
Ciclismo.info - Ciclismo su Strada
CLASSIFICA ELITE-U23
RISULTATI GARE
PROSSIME GARE
ARCHIVIO 2018
ARCHIVIO 2017
ARCHIVIO 2016
ARCHIVIO 2015
ARCHIVIO 2014
ARCHIVIO 2013
ARCHIVIO 2012
ARCHIVIO 2011
ARCHIVIO 2010
ARCHIVIO 2009
ARCHIVIO 2008
ARCHIVIO 2007

Ciclismo.info - Classifiche Generali Naziona
li Ciclismo Categoria Elite-Under23
Classifica ELITE-U23
Classifica UNDER23
Classifica I° ANNO
Classifica SQUADRE

Ciclismo.info - Classifiche Regionali Ciclismo Allievi
ABRUZZO
BASILICATA
CALABRIA
CAMPANIA
EMILIA ROMAGNA
FRIULI VENEZIA G.
LAZIO
LIGURIA
LOMBARDIA
MARCHE
MOLISE
PIEMONTE
PUGLIA
SARDEGNA
SICILIA
TOSCANA
TRENTINO A. ADIGE
UMBRIA
VALLE D'AOSTA
VENETO


Risultati Gare Categoria Elite-Under23 2011:

<< 2010  -  GEN | FEB | MAR | APR | MAG | GIU | LUG | AGO | SET | OTT | NOV | DIC   -  2012 >>

2011-08-26 - PIEMONTE - RIVARA (TO)
48 GIRO DELLA VALLE D'AOSTA 4 TAPPA di Km. 169 alla media di 38.670 Km/h

48 GIRO DELLA VALLE D'AOSTA 4 TAPPA - RIVARA

La tappa di Rivara e' del Team Hoppla' . La squadra diretta dall'ex gregario di Marco Pantani Riccardo Forconi e' stata la grande protagonista della quarta frazione del Giro ciclistico della Valle d'Aosta, andata in scena nel pomeriggio di oggi nell'Alto Canavese. In totale 167 chilometri, partenza e arrivo a Rivara. Dopo allena 8 chilometri Mattia Barabesi e Antonino Puccio dell'Hoppla'  hanno tentato la fuga.

Sei contrattaccanti - il belga dell'Omega Pharma Steve Bekaert, i francesi dell'Aix en Provence Clement Koretsky e del Team Haute-Savoie Yoann Barbas, il bielorusso della Palazzago Kanstantin Klimiankou, il britannico della Colpack Joshua Edmonson e l'ucraino del Cerone Anatoliy Kashtan - hanno provato a riprenderli, ma invano. Il loro contrattacco non ha prodotto risultati, e i sei sono rimasti a bagnomaria praticamente per l'intera tappa.

Davanti, invece, i due dell'Hoppla'  hanno di fatto messo in scena una crono coppie che ha portato il gruppo ad avere anche uno svantaggio superiore ai sette minuti. Ma quando tutto sembrava volgere per il meglio, in testa al gruppo la Zalf ha iniziato a manovrare. I veneti - assistiti poi da Trevigiani e Bata - hanno ridotto lo svantaggio fino a pochi minuti: il ricongiungimento e' avvenuto ai meno cinque dall'arrivo.

Ma quando tutto faceva presagire alla volata di gruppo, ecco che ai seicento metri il bielorusso di casa Hoppla'  Siarhei Papok e' scattato dalle retrovie per provare l'assolo. Sulle sue code Stefano Locatelli della Colpack, Jakub Novak della Trevigiani e Ricardo Pichetta del Cerone: i tre, pero', non sono riusciti a superare il corridore della casa toscana, che ha trionfato a braccia levate staccando il gruppo di sei secondi.

In classifica generale - fatta eccezione per Pichetta e Locatelli, rispettivamente decimo e undicesimo nella generale - nessun cambiamento di sorta.



LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI:

Sprizza gioia da tutti i pori Siarhei Papok. "E' un successo bellissimo, mio ma anche di tutta la squadra. Ai seicento metri dall'arrivo sono partito e non mi sono piu' guardato le spalle. Ho vinto la mia quarta corsa stagionale, ma il merito di questo successo e' anche di Mattia Barabesi e Antonino Puccio. Il loro lavoro e' stato enorme".

Soddisfatto, ma anche polemico, il direttore sportivo dell'Hoppla'  Riccardo Forconi. "Avevo una doppia strategia per la tappa di oggi: la fuga da lontano e il colpo di mano nel finale. La fuga poteva andare all'arrivo, ma le squadre italiane hanno fatto di tutto perche' cio' non accadesse. Ecco perche' sono particolarmente soddisfatto della vittoria di Siarhei Papok che ha anticipato lo sprint. Oggi era destino che a vincere sarebbe stato un corridore della Hoppla' ".


La tappa di domani

Il tappone del Giro 2011 e' sicuramente la Chatillon - Torgnon di domani. 162 chilometri, tre GpM intermedi e l'infido arrivo in salita di Torgnon saranno il corollario dell'ultima tappa in linea di questo Petit Tour numero 48. Si parte da Chatillon, e i primi cinquanta chilometri - ivi compreso lo sprint Cash posto sempre a Chatillon al chilometro 22 - sono tutti in pianura: le asperita'  iniziano da Pont-Saint-Martin, dove la scalata al colle di Perloz sara'  un semplice assaggio del programma a seguire. Perche' dopo la discesa e il "trasferimento" a Verre' il col Tze Core rompera'  gli indugi: 16 chilometri di salita, gli ultimi sette assolutamente impegnativi. Poi la discesa verso Saint-Vincent e la salita ad Antey, Torgnon da dove gli atleti continueranno verso il Col san Pantaleone, un mostro posto a 1675 metri. E' il versante piu' facile, ma fara'  male comunque, soprattutto perche' sara'  scalato - nella sua prima parte, fino a Torgnon - anche una seconda volta dopo la discesa a Verrayes. Questi ultimi quattordici chilometri potrebbero essere decisivi. Il Giro, insomma, dovrebbe giocarsi qui.
ORDINE DI ARRIVO:
1° PAPOK SIARHEI  (HOPPLA' TRUCK IT. MAVO VALDARNO PR.)
2° LOCATELLI STEFANO  (TEAM COLPACK)
3° NOVAK JAKUB  (U.C.TREVIGIANI DYNAMON BOTTOLI)
4° PICHETTA RICARDO  (ASD CERONE RAFI VALLE ORCO E SOANA)
5° BOEM NICOLA  (A.S.D. G.S. ZALF DESIREE FIOR) a 6"
6° DE WINTER WALT  (JONG VLAANDEREN - BAUKNECHT )
7° SMEYERS FLORIS  (OVYTA EIJSSEN ACROG)
8° LANG RICHARD  (TEAM JAICO AIS)
9° MANNION GAVIN  (NAZIONALE USA)
10° MENGARDO GIANLUCA  (S.C.FWR BATA CICLISMO)

ALLEGATO: L'ordine di arrivo completo
ALLEGATO: La Classifica Generale dopo la quarta tappa
ALLEGATO: La Classifica del G.P.M.
ALLEGATO: La Classifica dei Giovani
ALLEGATO: La Classifica a Punti
ALLEGATO: La Classifica a Squadre
Barabesi e Antonino Puccio durante la fugaIl podioBarabesi e Antonino puccio durante la fuga che ha caratterizzato la tappaGiornata tranquilla per il leader
Mattia Pozzo leader della classifica traguardi volanti


Foto Scanferla


<< 2010  -  GEN | FEB | MAR | APR | MAG | GIU | LUG | AGO | SET | OTT | NOV | DIC   -  2012 >>

News Ciclismo.info

Ricerca Testo News
Cerca per Data: ( aaaa-mm-gg )


NewsLetter

Iscrivi il tuo indirizzo email alla NewsLetter Ciclismo.info, riceverai gratuitamente  news sul ciclismo in Italia 



Copyright © 2008 Ciclismo.info - All rights reserved